homenewsJUVE-BAYERN, LA VIGILIA

07-12-2009JUVE-BAYERN, LA VIGILIA

Vigilia di Juventus-Bayern, quando si gioca in Champions la conferenza stampa è un rito anche per il capitano. E dunque eccovi alcuni estratti della chiacchierata di oggi (in photogallery troverete anche le foto della conferenza e quelle dell'allenamento di stamattina).

Sulla partita.
E' chiaro a tutti noi quanto sia importante questa partita. E' una sfida a eliminazione diretta, dentro o fuori, e noi vogliamo passare il turno. Dobbiamo scendere in campo con pensieri, motivazioni e stimoli che hanno contraddistinto l'ultima partita con l'Inter. Sono qualita indispensabili, tanto piu in una partita come quella di domani. L'attenzione e la concentrazione devono essere superiori alla media. Sono caratteristiche che devono fare la differenza, dobbiamo saper soffrire quando c'e bisogno di soffrire, e sfogare le nostre qualita al momento opportuno.

Sul mio stato di forma.
Non voglio fare percentuali a proposito del livello della mia condizione, quello che mi interessa è migliorare partita dopo partita. Sono soddisfatto di quanto ho fatto contro l'Inter, anche perchè è stata una partita molto fisica e dunque un test valido e impegnativo anche da quel punto di vista. Ovviamente conto di migliorare ancora, come lucidita e come sveltezza di movimenti. Sono sicuro di farlo presto.

Sul paragone con Juve-Real dell'anno scorso.
La vittoria contro l'Inter come quella di un anno fa contro il Real. Per adesso è una speranza, dobbiamo fare in modo che diventi realtà. L'anno scorso battere in casa il Real Madrid ci permise di inanellare una serie di vittorie, dobbiamo fare altrettanto. E' importante trovare continuità.

Sulla paternità del primo gol contro l'Inter.
Io ho detto subito come la penso. L'ho toccata. Poi dire di chi sia il gol e difficile. Se me lo vogliono dare, lo prendo, al posto di quello contro il Brescia che mi e stato tolto. Comunque ripeto che l'importante è che sia stato un gol di squadra, e piu in generale che abbiamo segnato.


GO TOP